Per  te  Donna è,,,,,,,

AMORE  per  la  VITA

telefono amico 24 su 24

336704735

 

 

                                                   Home     Obiettivi     Attività     Dove siamo     Contatti     Eventi/manifestazioni

Associazione "Per te Donna" onlus - Via F.lli Rosselli - P,zza Marta Abba - Lido di Camaiore . LU

 

 

Un corretto stile di vita, quindi una corretta alimentazione, é alla base della prevenzione di malattie degenerative e cardiovascolari, ma anche di molti tumori e delle loro recidive.

E’ per questo motivo che un’associazione di volontariato come la nostra, attenta alla salute delle proprie associate, non può non considerare la necessità di intervenire in modo fattivo sul loro stile alimentare.

Consci, come siamo, che non si educa, cioè non si cambiano i comportamenti di nessuno, facendo della mera informazione, abbiamo pensato di andare oltre ed attivare un progetto educativo che preveda dei momenti informativi insieme con altri di attività pratica e di coinvolgimento attivo di tutte le partecipanti al progetto, al fine di innescare un meccanismo di modificazione permanente del proprio modo di pensare il cibo e quindi di nutrirsi.

Il presente progetto è stato elaborato da: Dott. Stefania Bambini, Biologa Nutrizionista (www.stefaniabambini.it) , che si occuperà in prima persona sia della parte teorica che pratica degli incontri.

Il primo incontro avverrà in data 30 Maggio 2012, i successivi si terranno tutti  i mercoledì di Giugno ( 6-13-20-27 ) e l'ultimo in data da definire

            PROGETTO CORSO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ( Quinta edizione )

 

Obiettivo finale: modificare positivamente lo stile di vita per quanto riguarda l’alimentazione.

Obiettivi intermedi: Acquisire conoscenze di base in merito ai bisogni nutrizionali dell’organismo (macro e micronutrienti).Acquisire la capacità di scegliere i cibi in base al loro contenuto in nutrienti (leggere gli ingredienti, le etichette nutrizionali, le tabelle di composizione degli alimenti).Acquisire la capacità di preparare semplici ricette salutari, utilizzabili nella vita di tutti i giorni.Verificare che un’alimentazione sana può essere anche gustosa (assaggiare).Porre le basi per creare un gruppo di scambio continuo di nuove ricette salutari (educazione permanente).

Materiali: cucina attrezzata, rispondente alle normative di legge. Ingredienti necessari per le varie preparazioni.

Metodo: Sono previsti sei incontri durante i quali momenti di spiegazioni teoriche su alimenti e necessità dell’organismo saranno intercalati alla preparazione di semplici ricette gastronomiche che rispondano ai requisiti della sana alimentazione in generale e della prevenzione dei tumori e delle loro recidive in particolare. A turno tutte le partecipanti saranno coinvolte nella preparazione ed al termine di ogni incontro tutte assaggeranno i cibi cucinati..

I° incontro: VELLUTATA DI PORRI E TOPINAMBUR (Tratta dal libro “Nobili Scorpacciate”)

 

Obiettivi: apprendere nozioni di base riguardanti i carboidrati e le loro proprietà. Introdurre i concetti di  indice e carico glicemico. Conoscere e utilizzare i topinambur. Scoprire le proprietà dei semi.

Ingredienti: per quattro persone: 1 porro di media grandezza; 600 gr di topinambur; brodo vegetale; olio extravergine di oliva; semi di papavero.

Preparazione: pulire porro e topinambur, affettarli e saltarli in un tegame per qualche minuto. Aggiungere il brodo vegetale e lasciar cuocere. Frullare con il pimer, impiattare e decorare con semi di papavero.

 

II° incontro: POLPETTE DI AMARANTO E CURRY  (ricetta tratta dal libro di Marco Bianchi.)

 

Obiettivi: imparare a utilizzare diverse fonti di carboidrati. Parlare dell’azione antiinfiammatoria della curcuma.

Ingredienti: per quattro persone: 2 tazze di amaranto; 150 gr di ceci lessati; 2 spicchi d’aglio; pane grattato integrale; farina di mais; curry; olio extravergine di oliva.

Preparazione: lavare l’amaranto e cuocerlo nel doppio del suo volume di acqua leggermente salata.

Al termine della cottura lasciare che i chicchi prendano volume (coperto). Passare i ceci al passaverdure e tritare l’aglio molto finemente. Unire tutto ed aggiungere il curry. Fare delle polpettine e passare nel pane grattato miscelato alla farine di mais. Oliare una teglia da forno ed infornare fino alla doratura.

 

III° incontro: SPIEDINI DI CARCIOFI E TONNO CON SALSA VERDE

 

Obiettivi: apprendere nozioni di base riguardanti le proteine e le loro proprietà. Scoprire il potere antiossidante degli alimenti. Apprendere nozioni di base riguardanti i grassi e le loro proprietà.

 

Ingredienti: per quattro persone: 200gr di tonno fresco; 4 carciofi.

Per la salsa verde: 300 g di prezzemolo, 1 spicchio d’aglio, un pugno di capperi dissalati, 3 filetti d’acciuga, sale, pepe, olio quanto basta, aceto.

Preparazione: pulire i carciofi e sbollentarli per 2-3 minuti con acqua e limone.  Tagliare il tonno a cubetti e preparare degli spiedini, alternando il tonno ai carciofi. Appoggiare gli spiedini sulla placca del forno e cuocerli. Servirli caldi cosparsi con un po’ di pepe ed accompagnati dalla salsa preparata così: radunare tutti gli ingredienti nel frullatore, aggiungere un po’ d’olio e aceto all’inizio, per poterlo azionare, aggiungere

 poi un po’ d’olio e aceto per volta fino ad ottenere una miscela di giusta consistenza.

 

IV° incontro: TORTA DI STORTINI (Tratta dal libro “Nobili Scorpacciate”)

 

Obiettivi:  Conoscere le proteine di origine vegetale.

 

Ingredienti: per quattro persone: 100 gr di fagioli stortini; 150 gr di farina di ceci; 1 cipolla rosa; olio extravergine di oliva; brodo vegetale; prezzemolo.

Preparazione: Preparare un composto omogeneo (con la frusta) con la farina di ceci, acqua fredda e un pizzico di sale; aggiungere due cucchiai di olio e lasciarlo riposare almeno per un’ora.

Lessare i fagiolini in brodo vegetale. Tritare la cipolla ed il prezzemolo e saltarli in padella, quindi aggiungere i fagiolini e farli andare per qualche minuto. Unire alla farina di ceci precedentemente preparata e versare il tutto in una teglia da forno. Cuocere per circa venti minuti, fino a che la torta non sarà dorata.

 

V° incontro: PARMIGIANA DI MELANZANE CON TOFU

 

Obiettivi: Approfondire la conoscenza dei grassi. Scoprire un nuovo alimento: il tofu.  Pregi e difetti del pomodoro.

 

Ingredienti: per quattro persone: 1kg di melanzane; sugo preparato con:  pomodoro, aglio peperoncino e basilico; capperi, acciughe, basilico,1 panetto di tofu.

Preparazione: affettare le melanzane e metterle con poco sale a perdere l’acqua, asciugarle e cuocerle sulla placca del forno. In una teglia da forno fare degli strati alternando: salsa di  pomodoro, melanzane, tofu, capperi, acciughe e basilico.

Cuocere in forno per circa 45 minuti, fino a che non fa la crosticina, lasciar riposare un pochino prima di servire.

 

VI° incontro: GAZSPACHO DOLCE DI PESCHE  ( Ricetta di Simone Salvini)

 

Obiettivi: approfondire il concetto di indice e carico glicemico del piatto. Scoprire le virtù del cioccolato fondente e dei mirtilli rossi.

Ingredienti: per quattro persone: 4 pesche mature, 2 lime; basilico; 100 gr di latte di nocciole;  110 gr di cioccolato fondente  (min 70%) 100 gr di mirtilli rossi disidratati; scorza di arancia.

Preparazione: Tagliare le pesche a pezzetti senza sbucciarle e cuocerle con il succo di laim a fuoco moderato per 4-5 minuti. Frullarle, aggiungere le foglie di basilico e la scorza di lime  e far raffreddare in frigorifero.  Tagliare a pezzetti  il cioccolato e metterlo in una zuppiera di metallo.

Bollire il latte di nocciole e versarlo sul cioccolato mescolando con la frusta . Stendere il composto

Su un vassoio di metallo e far raffreddare in frigorifero. Con le mani leggermente umide modellare delle sfere. Unire i mirtilli alla scorza d’arancio tritata finemente, “impanare” i tartufi di cioccolato e servirli sopra la crema di pesche.

Quest’ultimo incontro sarà un pranzo ove ogni partecipante porterà un piatto da condividere, scelto tra quelli proposti al corso o elaborato in modo autonomo. Terminerà con il dessert.

VERIFICA: gli elaborati culinari saranno collegialmente analizzati per quanto riguarda: ingredienti, loro abbinamenti e metodi di cottura. Ciò al fine di verificare il raggiungimento dell’obiettivo e poter effettuare la VALUTAZIONE del lavoro svolto.